Salta al contenuto

EDUCAZIONE SANITARIA E PROMOZIONE DELLA SALUTE

 

Lo stile di vita e l'ambiente sono i principali fattori nel determinare la buona o la cattiva salute.
Le abitudini alimentari scorrette, la ridotta attività fisica e il fumo di tabacco sono responsabili in Europa di circa il 90% dei decessi e del 80% del carico di malattia. L'inquinamento atmosferico si stima che determini circa 30.000 morti ogni anno in Italia. La salute è la malattia sono inoltre fortemente condizionati dal reddito, dall'istruzione, dall'abitare in contesti urbani degradati, dall'avere o non avere un lavoro e dal tipo di lavoro che si svolge. Ne consegue che la tutela della salute non può essere più un compito delegato solo al Sistema Sanitario, non può essere più appannaggio solo di medici e paramedici, non può essere ridotto solo a diagnosi, cura e riabilitazione. Per questi motivi l'educazione sanitaria e la promozione della salute hanno oggi un ruolo decisivo.


L'educazione sanitaria (o educazione alla salute) è un'attività che si propone di prevenire patologie, disturbi, disagi e di migliorare la salute tramite un processo educativo volto a modificare comportamenti (ed eventualmente anche atteggiamenti, conoscenze, competenze, stili di vita) e a responsabilizzare nella difesa della propria e altrui salute.
La promozione della salute è quel processo che fornisce agli individui e alle comunità i mezzi per aumentare il proprio controllo sui fattori determinanti la salute migliorandola (OMS: Carta di Ottawa 1986). Essa si basa su 5 strumenti d'azione (i pilastri della promozione della salute):
1) costruzione di una politica pubblica per la salute a livello internazionale, nazionale, regionale e comunale, perché la salute solo in parte è influenzata dal Sistema Sanitario e dalle politiche sanitarie, avendo un ruolo forte anche le politiche economiche, urbanistiche, ambientali, sociali, culturali ecc.
2) creazione di ambienti favorevoli: un ambiente non inquinato, non degradato, dove è piacevole vivere è di grande importanza per la salute umana. Perciò è necessaria una corretta gestione dell'ambiente naturale e un'umanizzazione degli ambienti sociali.
3) dare forza all'azione della comunità: la democrazia e la partecipazione sono agenti di promozione della salute
4) sviluppo delle abilità personali: cittadini informati, consapevoli di come i loro comportamenti e le loro scelte hanno importanti effetti sulla propria e altrui salute, capaci di fare scelte responsabili, competenti nel gestire la propria e altrui salute sono un potente agente di promozione della salute
5) orientare i Servizi Sanitari, centrandoli sull'individuo nella sua interezza e sui suoi bisogni, superando l'autoreferenzialità e aprendoli alla collaborazione/integrazione con tutti gli innumerevoli soggetti pubblici e privati che hanno o possono avere un ruolo nella tutela e nel miglioramento della salute.

 

L'ASL Napoli 1 Centro nello svolgere le sue funzioni si attiene a quanto indicato dalla Carta di Ottawa e nell'Atto di Indirizzo alle AA.SS.LL. in materia di Educazione alla Salute emanato dalla Regione Campania.

 

Per contatti:

 

PROGETTO QUADRIFOGLIO

Dr.ssa Paola Vairano

Tel.: 0812549829

e-mail: paola.vairano@aslnapoli1centro.it

 

PROGETTO FUMO E DIPENDENZE

Dr.ssa Rosa Stimolo

Tel.: 0812547683

e-mail: rosa.stimolo@aslnapoli1centro.it

 

PROGETTO ECOLANDIA

e-mail: mail@giardinodimarco.it


aggiornamento del 05/10/2017 a cura di U.O.C. Web e Comunicazione Aziendale Informatizzata


Contatore visite gratuito