Salta al contenuto

Certificato medico e domanda

Il cittadino che intende presentare domanda per il riconoscimentodello stato di invalidità civile, cecità civile, sordità, disabilità e handicap, deve recarsi presso un medico abilitato alla compilazione telematica del certificato che attesti le patologie invalidanti.

Nel certificato il medico dovrà anche indicare la finalità per la quale la domanda viene presentata (invalidità, handicap, collocamento) ovvero se ricorrono i requisiti per indennità di accompagnamento  ovvero se trattasi di patologia oncologica.

Completata l'acquisizione telematica del certificato medico, la procedura genera una ricevuta che il medico stampa e consegna al cittadino. Il medico provvede anche alla stampa ed al rilascio del certificato firmato in originale che il cittadino dovrà esibire all'atto della visita.

Il certificato dovrà quindi essere abbinato ad una domanda da inoltrare all'INPS. Ai fini dell'abbinamento, il certificato medico ha una validità massima di novanta giorni dalla data di rilascio.

Nel caso di domanda di collocamento mirato, ex legge 68/99, non è richiesto il certificato  medico quando la domanda può essere presentata esclusivamente da cittadini ai quali la condizione di invalidità è già stata riconosciuta con una percentuale pari o superiore al 46%, ovvero sia stata riconosciuta la condizione di cieco civile o sordo.

Per inoltrare la domanda all'INPS ilcittadino, nel caso in cui sia  in possesso di codice PIN rilasciato dall'Istituto,  può acquisire direttamente la propria domanda on lineaccedendo alla procedura disponibile sul sito dell'INPS e compilando i campi previsti dal modello di domanda.

In subordine il cittadino, per inoltrare la domanda all'INPS, può recarsi presso  Enti di patronato o  Associazioni di categoria dei disabili (ANMIC, ENS, UIC, ANFASS) esibendo il certificato medico telematico.

Se la domanda è completa in tutte le sue parti, la procedura  consente la stampa della relativa ricevuta con l'indicazione della sede, data e ora della visita, in relazione alla residenza del cittadino.

Qualora all'atto dell'invio della domanda non vi sia disponibilità di giorni per l'indicazione della visita, il cittadino riceverà dall'INPS una successiva comunicazione in formato cartaceo o digitale, secondo i recapiti indicati nella domanda.

Nel caso in cui il cittadino sia già in possesso di data e ora della visita, ma le sue condizioni cliniche si aggravino in modo tale  da rendere necessaria la visita domiciliare,  entro 5 giorni dalla data della visita, è necessario far pervenire telematicamente alla Commissione la richiesta di visita domiciliare recandosi dal medico che aveva in precedenza inviato il certificato telematico e che dovrà, quindi, provvedere all'invio telematico del "modello D".

Se il cittadino non si reca a visita alla data stabilita, riceverà una nuova convocazione a visita dall'INPS; dopo due assenze la pratica viene automaticamente archiviata. 

 

NB: Il verbale della Commissione ASL dovrà essere validato dall'INPS, quest'ultimo provvederà ad inviarlo al cittadino a mezzo posta.

 

Le sedi INPS di riferimento della città di Napoli sono ubicate in:

 

NAPOLI

Direzione Metropolitana

 

Via Guantai ad Orsolone   NAPOLI (NA)

Centralino: 0039 - 0817552111

PEC direzione.provinciale.napoli@postacert.inps.gov.it

 

NAPOLI VOMERO

Agenzia Complessa

 

VIA GUANTAI AD ORSOLONE  4  80131   NAPOLI (NA)

Centralino: 0039 - 0817554111

Fax: 0817554112

PEC direzione.agenziacomplessa.napolivomero@postacert.inps.gov.it

 

NAPOLI SOCCAVO

Direzione SubProvinciale

 

VIA CORNELIA DEI GRACCHI 93  80126   NAPOLI (NA)

Centralino: 0039 - 081 7555111

Fax: 081 7555112

PEC direzione.agenziacomplessa.napolisoccavo@postacert.inps.gov.it


aggiornamento del 13/07/2017 a cura di Medicina Pubblica Valutativa


Contatore visite gratuito