Salta al contenuto
aumenta  

Modalità di presentazione delle richieste di accesso civico

  L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione, ai sensi dell'art. 5, comma 1, Decreto lgs.  n. 33/2013.

 

  L'esercizio del diritto non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. L'istanza di accesso civico identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti e non richiede motivazione.

 

MODALITA' DI RICHIESTA ACCESSO CIVICO "SEMPLICE"

 

   L'istanza istanza ad oggetto dati, informazioni o documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria, ai sensi del d.lgs. n. 33/2013, va trasmessa per via telematica secondo le modalità previste dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, e va presentata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, RPCT, dott.ssa Anna Maria Rotondaro Aveta, annamaria.rotondaroaveta@aslnapoli1centro.it

 

 Nell'istanza è necessario specificare il documento/informazione/dato di cui si ritiene sia stata omessa in modo parziale o totale la pubblicazione obbligatoria che in base alla normativa vigente non risulta pubblicato sul sito istituzionale dell'Azienda Sanitaria Locale Napoli 1 centro nella SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE, specificando, se possibile, la SOTTOSEZIONE.

 

   E' possibile utilizzate IL MODULO DI RICHIESTA DI ACCESSO CIVICO SEMPLICE  scaricabile  

 

Il richiedente per ricevere la comunicazione di quanto richiesto deve nell'istanza inserire il proprio indirizzo di posta elettronica.

  Il procedimento di accesso civico semplice si   conclude   con la pubblicazione sul sito dei dati, le informazioni o i documenti richiesti e con la comunicazione da parte delResponsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, RPCT, al richiedente dell'avvenuta pubblicazione   indicandogli il relativo collegamento ipertestuale, nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza. Il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, inoltre, ha l'obbligo di effettuare la segnalazione di cui all'articolo 43, comma 5, del d.lgs. n. 33/2013.

 

ACCESSO CIVICO "GENERALIZZATO" 

 

    Allo  scopo  di  favorire  forme  diffuse  di   controllo   sul perseguimento delle  funzioni  istituzionali  e  sull'utilizzo  delle risorse pubbliche e di  promuovere  la  partecipazione  al  dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere  ai  dati  e  ai  documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel  rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bisdel  d.lgs. n. 33/2013.

 

  L'esercizio del diritto non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. L'istanza di accesso civico non richiede motivazione.

 

  L'istanza di accesso civico deve identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e indicare gli estremi se conosciuti o una breve descrizione del contenuto degli stessi, mentre nel caso dei dati va indicata la fonte se conosciuta o una breve descrizione del contenuto. Nella domanda devono essere inseriti i dati anagrafici del richiedente e allegata una copia del proprio documento d'identità. Inoltre deve essere indicata la modalità preferita di trasmissione di quanto richiesto ed il proprio indirizzo di posta elettronica.

 

E' possibile utilizzate IL MODULO DI RICHIESTA DI ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO  scaricabile 

 

  L'istanza può essere trasmessa per via telematica secondo le modalità previste dal decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, direttamente   all'ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti, individuabile  in Amministrazione Trasparente/ORGANIZZAZIONE/ telefono posta elettronica.

 

http://www.aslnapoli1centro.it/web/amministrazione-trasparente/telefono-posta-elettronica

 

oppure per il tramite dell'UOC Servizio Relazioni con il Pubblico

 

urp@aslnapoli1centro.it,       urp@pec.aslna1centro.it

 

   Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall'amministrazione per la riproduzione su supporti materiali. Il responsabile del procedimento cui è indirizzata la richiesta di accesso, se individua soggetti controinteressati, ai sensi dell'articolo 5-bis, comma 2, deve dare comunicazione agli stessi, mediante invio di copia con raccomandata con avviso di ricevimento, o per via telematica per coloro che abbiano consentito tale forma di comunicazione. Entro dieci giorni dalla ricezione della comunicazione, i controinteressati possono presentare una motivata opposizione, anche per via telematica, alla richiesta di accesso.  A decorrere dalla comunicazione ai controinteressati, il termine di cui al comma 6 è sospeso fino all'eventuale opposizione dei controinteressati. Decorso tale termine,il responsabile del procedimento provvede sulla richiesta, accertata la ricezione della comunicazione.

 

   Il procedimento di accesso civico generalizzato deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati. In caso di accoglimento, l'amministrazione provvede a   trasmettere tempestivamente al richiedente i dati o i documenti richiesti. Il rifiuto, il differimento e la limitazione dell'accesso devono essere motivati con riferimento ai casi e ai limiti stabiliti dall'articolo 5-bis.

 

 Il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza può chiedere agli uffici della relativa amministrazione informazioni sull'esito delle istanze.

 

 RICHIESTA DI RIESAME DI ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO  Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza

 

 Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro il termine indicato al comma 6, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, che decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni.

 

La richiesta di riesame  va presentata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza della ASL Napoli 1 centro, dott.ssa Anna Maria Rotondaro Aveta, alla email

   annamaria.rotondaroaveta@aslnapoli1centro.it

 

       L'istanza di riesame deve identificare i dati, le informazioni o i documenti  richiesti e indicare gli estremi dei documenti, se conosciuti, o una breve descrizione del contenuto degli stessi, mentre nel caso dei dati va  indicata la fonte se conosciuta o una breve descrizione del contenuto, inoltre vanno fornite indicazioni sulla richiesta di accesso, quando e a quale struttura è stata presentata nel caso della mancata risposta, oppure va allegata  la copia della risposta  ritenuta non esaustiva.

 

  Nella domanda devono essere inseriti i dati anagrafici del richiedente e allegata una copia del proprio documento d'identità. Inoltre deve essere indicata la modalità preferita di trasmissione di quanto richiesto ed il proprio indirizzo di posta elettronica.

 

E' possibile utilizzate IL MODULO DI RICHIESTA DI RIESAME ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO scaricabile

 

    In caso di richiesta di riesame, avverso la risposta del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104. Qualora si tratti di atti delle amministrazioni delle regioni o degli enti locali, il richiedente può presentare ricorso al difensore civico competente per ambito territoriale, ove costituito.

 Aggiornamento : 02-08-2018



Contatore visite gratuito