Salta al contenuto
aumenta  

Percorso Nodulo Tiroideo

Il percorso per la gestione del nodulo tiroideo viene di norma avviato nel momento in cui l'assistito consulta il proprio medico di medicina generale perchè avverte la presenza di un più o meno improvviso gonfiore alla tiroide. Il medico di medicina generale, dopo una valutazione clinica del caso, ed una eventuale diagnostica di base, in rapporto alla sintomatologia manifestata dal suo assistito, solitamente giudica utile un approfondimento da parte dello specialista, per cui consiglia una visita endocrinologica, che prescrive su ricetta rossa.

 

A questo punto l'assistito può prenotare tale prestazione in una postazione del CUP Ospedaliero o Territoriale o in una farmacia convenzionata per tale servizio. La scelta può essere fatta scegliendo il "punto di accesso" disponibile in base alla residenza oppure al tempo di attesa, in quanto ogni presidio dell'ASL Napoli 1 Centro è abilitato ad avviare il percorso mediante la visita endocrinologica, eventualmente condividendo alcuni passaggi successivi con altre sedi aziendali per prestazioni successive di II-III livello ( es. agoaspirato tiroideo).

 

Il referente del presidio scelto provvede ad aprire una cartella endocrinologica dedicata, inserendo le notizie fornite del Medico di Medicina Generale, l'anamnesi e l'esame obiettivo del paziente, programmando un "piano assistenziale individuale" per il corretto monitoraggio della patologia endocrinologica.

 

Nella cartella clinica saranno riportate, oltre la scheda anagrafica ed il nominativo del Medico di Medicina Generale con recapito telefonico, le date dei controlli successivi programmati, gli esami di laboratorio e di diagnostica per immagini effettuati, le consulenze supplementari in altre branche, eventuali ricoveri ordinari o in day hospital ed ogni altro dato giudicato utile per la valutazione globale dell'andamento della patologia. Se lo specialista endocrinologo giudica concluso il periodo di monotoraggio del paziente da parte della rete, comunica al medico curante dell'assistito la fine del percorso, riaffidando il paziente al territorio e programmando gli eventuali approfondimenti successivi, sempre in accordo con il medico di base.

 

Con tale procedura viene fatto un uso puntuale ed appropriato delle risorse, garantendo cure corrette, costi contenuti e buona qualità delle prestazioni.



Contatore visite gratuito